Premio alla Tesi - Associazione Centro Studi Carlotta Nobile

Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività
L’Associazione, col patrocinio ed il supporto scientifico e organizzativo del Dipartimento di Storia dell'arte e Spettacolo della Sapienza - Università di Roma, bandisce dal 2015, con cadenza triennale, il “Premio Carlotta Nobile”, consistente in € 5.000 da conferire all'autore di una tesi di Laurea magistrale/specialistica che affronti una tematica relativa ai rapporti fra musica e storia dell’arte, in linea con le ricerche interdisciplinari condotte dalla Nobile. Possono partecipare candidati di qualsiasi nazionalità in una qualsiasi Università italiana.







II edizione







Bandita la seconda edizione del Premio Carlotta Nobile.

Per consultare il bando del Premio, visitare l'apposita sezione sul sito de La Sapienza - Università di Roma, cliccando qui.
Per visualizzare la locandina del Premio, cliccare qui o sull'immagine.
Il candidato dovrà presentare domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la procedura telematica appositamente prevista nel sito web del Dipartimento di Storia dell'Arte e dello Spettacolo de La Sapienza - Università di Roma, entro il termine ultimo inderogabilmente fissato al 30 settembre 2018.







I edizione







Per la prima edizione del Premio "Carlotta Nobile", la Commissione, composta dal Prof. Antonio Rostagno (Presidente), dalla Prof.ssa Stefania Macioce e dalla Prof.ssa Ilaria Schiaffini, ha designato vincitrici "ex aequo" le studentesse Claudia Fiasca e Francesca Orefice.
I due lavori premiati si intitolano
  • "Ascoltare l'arte, vedere suoni. Riferimenti sonori nell'arte contemporanea" (Fiasca)
  • "La rivoluzione artistica di John Cage" (Orefice).

Per consultare tutti gli atti ufficiali relativi all'istituzione del Premio e alla designazione dei vincitori, visitare l'apposita sezione del sito de La Sapienza - Università di Roma, cliccando qui.
Per visualizzare la locandina del Premio, cliccare qui.
La premiazione è avvenuta nel corso di una cerimonia pubblica tenutasi l'11 febbraio 2017 alle ore 11:00 nell'Aula 1 del Dipartimento di Storia dell'Arte e Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia della Sapienza - Università di Roma, alla presenza del Magnifico Rettore Prof. Eugenio Gaudio, del Preside Prof. Stefano Asperti, del Direttore del Dipartimento Prof.ssa Marina Righetti, di numerosi docenti e tanti amici di Carlotta.
Nel corso del dibattimento, il Preside Prof. Asperti, la Direttrice Prof.ssa Righetti e la Prof.ssa Sbrilli, docente di Carlotta, hanno ringraziato l'Associazione per l'opera culturale e artistica che l'ente porta avanti da ormai due anni, nel segno dell'eredità lasciata dalla Nobile.
"Al di là delle valutazioni religiose che attengono alla sfera di ognuno -ha affermato il Magnifico Rettore- in 24 anni Carlotta è arrivata alla fine di un percorso culturale. Ciò è riassunto  nelle righe che postò sul suo blog e che,  anche come medico,  apprezzo in maniera assoluta e che vorrei leggere perché c'è tutto quello che ognuno di noi vorrebbe raggiungere tramite lo studio, tramite  la ricerca della verità, che è poi obiettivo  dello studio, obiettivo dell'arte, obiettivo di tutto quello che noi facciamo. (...)
Ecco, le parole di Carlotta sono una sintesi di quello che è un percorso di vita, un percorso cui alla fine tutti  noi vorremmo giungere... capire veramente  il senso e il significato dei nostri giorni, di quello che facciamo. Quindi io le ho volute riportare  proprio come esempio di "sintesi culturale" che Carlotta  ha potuto fare anche per la sua esperienza  di artista -che ci dà   un frammento di quell'Armonia  che cerchiamo  tutti i giorni- di storica, ma soprattutto di persona giovane e appassionata. Un'esperienza dall'esterno drammatica, ma dall'interno, poi vediamo, diversa. Questo lo dico per tutti noi perché spesso non comprendiamo il significato del dolore, ma esso, poi vediamo,  può essere un significato molto positivo e molto  propositivo. Carlotta ci apre veramente una promessa di comprensione... ma al di là e  oltre quelli che sono i  nostri studi e le nostre fatiche quotidiane. Per questo sono veramente lieto, come Università La Sapienza,  di patrocinare un Premio di questo genere. Perché è  un premio che diamo veramente con la più sentita convinzione, dato che proponiamo Carlotta come esempio a tutte le giovani generazioni e, consentitemi, anche a quelle meno giovani. Grazie davvero."
© 2017 Associazione Centro Studi Carlotta Nobile
Website by Matteo Nobile
Torna ai contenuti | Torna al menu